Google
la Web Tradizionalista Cattolico

martedì 3 marzo 2015

Catena Aurea - Matteo, Capitolo 2, Versetto 16

La Strage dei Santi Innocenti - Anna Caterina Emmerick

Allora Erode, vedendo che era stato burlato dai Magi, si adirò molto e mandò a uccidere tutti i bambini che erano a Betlemme e nel suo territorio, dai due anni in giù, secondo il tempo su cui era stato informato dai Magi.

 

Crisostomo: Come infatti una bestia ferita dilania tutto ciò che le capita sotto gli occhi come se fosse la causa della sua ferita, così anch’egli, deluso dai magi, sfogava la sua ira sui bambini. Pensava infatti nel suo furore: certamente i Magi hanno trovato il bambino che dicevano avrebbe regnato; infatti un re pieno della gelosia del regno teme tutto, sospetta di tutti. Per questo mandò a uccidere tutti i bambini, per trovarne uno solo fra tutti.

Agostino: O beati bambini! Dubiterà della vostra corona nella passione per Cristo colui che non ritiene che giovi ai bambini nemmeno il battesimo di Cristo: infatti colui che, nato, poté avere come predicatori gli Angeli, come narratori i cieli, come adoratori i Magi, poteva anche concedere ad essi di non morire così per lui se avesse saputo che con quella morte sarebbero periti, e non piuttosto risultati vincitori con una più grande felicità. Non sia mai che Cristo, venendo per liberare gli uomini, non abbia fatto nulla quanto al premio di coloro che venivano uccisi per lui, egli che pendendo dal legno pregò per coloro da cui veniva ucciso.

L’Incredibile Resurrezione e Conversione alla Fede Cattolica di un ex Tagliagole Islamico dell’Isis!

conversione islamico

Aleppo | Un jihadista ISIS recentemente si è convertito al cristianesimo dopo essere stato considerato morto e lasciato vicino al confine orientale della Siria dove è stato in seguito salvato da missionari cristiani della regione, notizia riportata dal “Aleppo Herald “ questa mattina.

L'uomo, che è miracolosamente sopravvissuto a ferite multiple di pistola sparate dopo uno scontro tra ISIS e le forze dell'esercito siriano, è stato salvato dai membri del Santo domenicano Presbiterio Cattolico di Ayyash dopo che il conflitto era scoppiato.

I membri dell'organizzazione cristiana avevano voluto dare all'uomo una degna sepoltura cristiana e lo avevano portarono ad oltre 26 chilometri. L'uomo è miracolosamente tornato a vita dopo che era stato creduto morto per le ferite.

Dopo che l'uomo si è risvegliato, ha riferito a Hermann Groschlin, un sacerdote cattolico, delle visioni che aveva avuto mentre era nell'aldilà, un evento che ha profondamente cambiato il vecchio jihadista di 32 anni e alla fine lo ha portato alla sua conversione al cristianesimo alcuni giorni più tardi.

"Mi avevano sempre insegnato che morire come un martire avrebbe fatto aprire le porte del Jannah, o Porta del Cielo", cosi diceva al sacerdote cristiano. Tuttavia, appena aveva cominciato a salire verso la luce dei cieli, entità diaboliche, o dèmoni erano apparsi e lo avevano portato nel fuoco dell'Inferno. Aveva dovuto rivivere tutto il dolore che aveva inflitto agli altri e ogni morte che aveva causato durante la sua vita. Ha anche dovuto rivivere le decapitazioni delle sue vittime attraverso i loro occhi, "immagini che lo perseguiteranno per il resto della sua vita”.

"Poi Dio, ha parlato a lui e gli ha detto che aveva fallito miseramente come anima umana, che gli sarebbe stata vietata la Porta del Cielo, se sceglieva di morire, ma che, se avesse scelto di vivere di nuovo, avrebbe avere un'altra chance di pentirsi dei suoi peccati e camminare lungo il sentiero di Dio ancora una volta".

Il giovane afferma di essere stato riportato in vita più tardi e poi si era convertito al cristianesimo giorni dopo, credendo che era stato ingannato per tutta la vita religiosa sotto il culto di Allah.

Il giovane, le cui ferite sono sorprendentemente guarite in un tempo molto breve, ha scelto di vivere tra i membri del presbiterio cattolico che lo ha salvato dal deserto e adesso spera che la sua storia aiuterà altri combattenti ISIS a cambiare vita e convertirsi a quella del solo vero Dio, così il sacerdote ha detto ai giornalisti locali.

Continua a leggere...

lunedì 2 marzo 2015

San Domenico Savio: Il Segreto

savio il segretoQuesto piccolo video con disegni che ci mostra la vita di San Domenico, il suo rapporto con San Giovanni Bosco e il suo particolare segreto…. Per i più piccini ma allo stesso tempo molto utile anche per i più grandi.

 

 

 

Continua a leggere...

venerdì 27 febbraio 2015

Catena Aurea - Matteo, Capitolo 2, Versetti 13-15

fuga in Egitto

Essendo essi partiti, ecco un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe dicendo: Alzati e prendi il bambino e sua madre e fuggi in Egitto, e rimani là finché non ti avvertirò: avverrà infatti che Erode cercherà il bambino per ucciderlo. Egli alzatosi prese il bambino e sua madre di notte e si reco in Egitto. E rimase là fino alla morte di Erode, affinché si adempisse ciò che era stato detto dal Signore mediante le parole del profeta: Dall'Egitto ho chiamato mio figlio.

 

Crisostomo: Perché in Egitto? Perché il Signore, che non si adira fino alla fine, si è ricordato di quanti mali inflisse all’Egitto, e per questo vi manda il suo Figlio e dà ad esso un grande segno di riconciliazione, in modo che una sola medicina sanasse le dieci piaghe d’Egitto; affinché il popolo che prima era stato persecutore del popolo primogenito divenisse custode del Figlio unigenito; affinché quanti avevano dominato con la violenza su di esso, servissero a lui con devozione; affinché non andassero più al Mar Rosso per esservi sommersi, ma venissero chiamati alle acque del battesimo per essere vivificati

Agostino: L’infelice tiranno, Erode, pensava che con la venuta del Salvatore egli sarebbe stato deposto dal suo trono regale, ma non è così; Cristo non era venuto per impadronirsi della gloria altrui, ma per donare la sua.

Crisostomo: Vedi poi che, non appena nato il bambino, il tiranno si infuria, e la madre con il bambino fugge in una regione straniera, affinché tu, iniziando a dedicarti a qualche opera spirituale, non ti turbi se ti senti afflitto dalla tribolazione, ma sopporti tutto virilmente, avendo questo esempio.

Continua a leggere...

giovedì 26 febbraio 2015

Handel - Dixit Dominus

images

01. Saeviat tellus inter rigores, HWV 240 - 1. Saeviat tellus

02. Saeviat tellus inter rigores, HWV 240 - 2. Carmelitarum u

03. Saeviat tellus inter rigores, HWV 240 - 3. O nox dulcis

04. Saeviat tellus inter rigores, HWV 240 - 4. Stellae fidae

05. Saeviat tellus inter rigores, HWV 240 - 5. Sub tantae Vir

06. Saeviat tellus inter rigores, HWV 240 - 6. Alleluia

07. Laudate pueri Dominum, HWV 237 - 1. Laudate pueri

08. Laudate pueri Dominum, HWV 237 - 2. Sit nomen Domini

09. Laudate pueri Dominum, HWV 237 - 3. A solis ortu

10. Laudate pueri Dominum, HWV 237 - 4. Excelsus super omnes

11. Laudate pueri Dominum, HWV 237 - 5. Quis sicut Dominus

12. Laudate pueri Dominum, HWV 237 - 6. Suscitans a terra ino

13. Laudate pueri Dominum, HWV 237 - 7. Qui habitare facit

14. Laudate pueri Dominum, HWV 237 - 8. Gloria Patri

15. Salve Regina, HWV 241 - 1. Salve Regina

16. Salve Regina, HWV 241 - 2. Ad te clamamus

17. Salve Regina, HWV 241 - 3. Eia ergo, advocata nostra

18. Salve Regina, HWV 241 - 4. O clemens, o pia

19. Dixit Dominus, HWV 232 - 1. Dixit Dominus

20. Dixit Dominus, HWV 232 - 2. Virgam virtutis

21. Dixit Dominus, HWV 232 - 3. Tecum principium

22. Dixit Dominus, HWV 232 - 4. Juravit Dominus

23. Dixit Dominus, HWV 232 - 5. Tu es sacerdos

24. Dixit Dominus, HWV 232 - 6. Dominus a dextris tuis

25. Dixit Dominus, HWV 232 - 7. De torrente in via bibet

26. Dixit Dominus, HWV 232 - 8. Gloria Patri

 

Link Clicca Qui…

 

Continua a leggere...

mercoledì 25 febbraio 2015

No all’Ideologia Gender nelle Scuole!

provita

VIDEO CONTRO IL GENDER NELLE SCUOLE: GUARDA E DIFFONDI!!

ProVita ha creato un breve e incisivo video per sensibilizzare sul problema del gender nelle scuole e diffondere la petizione indirizzata al Ministro dell'Istruzione, al Presidente del Consiglio e al Presidente della Repubblica. Pochi secondi che mettono in scena il dramma dell'imposizione della ideologia gender nelle scuole. I bambini sono le prime vittime: se non reagisci la prossima vittima potrebbe essere tuo figlio! Clicca qui per vedere e diffondere il video per combattere il gender nelle scuole! Clicca qui per leggere l'articolo

ULTIMI GIORNI DELLA RACCOLTA FIRME: DIFFONDI E FAI FIRMARE LA PETIZIONE CONTRO L'IDEOLOGIA GENDER NELLE SCUOLE!

La petizione di ProVita Onlus per contrastare l'ideologia gender nelle scuole sta avendo un successo veramente notevole: abbiamo superato le 90mila firme! La raccolta delle firme continua ma si concluderà tra pochi giorni: perciò è importante fare gli ultimi sforzi per firmare e diffondere la petizione per superare il traguardo delle 100mila firme!

Per questo ti chiediamo, per l'ultima volta, di firmare (se non l'hai ancora fatto) e soprattutto di far firmare a parenti e amici. Ricordiamo che in Parlamento è stato presentato il disegno di legge "Fedeli" che intende stanziare addirittura 200 milioni di euro al fine di diffondere la ideologia gender nelle scuole e che farebbe diventare "obbligatori" i corsi basati sulle "identità di genere". E' diventato ormai assolutamente necessario che chiunque abbia un po' di buon senso si alzi in piedi per difendere la Famiglia e i bambini dalla perversione: tutti possono farlo con un gesto semplice come firmare la petizione contro il gender nelle scuole.

 

E' possibile, per più persone, sottoscrivere la petizione con il medesimo indirizzo mail cliccando qui

Si può anche scaricare il modulo per la raccolta firme in formato cartaceo.

 

 

Continua a leggere...

Catena Aurea - Matteo, Capitolo 2, Versetto 12

ritorno magi

[…] e avendo avuto responso in sogno di non tornare da Erode, per altra via fecero ritorno al loro paese.

 

Agostino: L’empio Erode, divenuto crudele per il timore, volle infierire. Ma come poteva prendere colui che era venuto a togliere proprio i crimini? Affinché dunque il suo inganno venisse eliminato segue: e avendo avuto responso.

Glossa: Questa risposta è data dallo stesso Signore, poiché nessun altro stabilì la via del ritorno se non colui che dice (Gv 14,16): <<Io sono la via>>.

Gregorio: I Magi ci danno una grande lezione ritornando al loro paese per un’altra via. Il nostro paese è senza dubbio il paradiso, al quale, conosciuto Gesù, ci è proibito di tornare per la via per la quale siamo venuti. Infatti ci siamo allontanati dal nostro paese insuperbendoci, disobbedendo, seguendo le cose visibili, gustando un frutto proibito; ad esso è necessario che torniamo piangendo, obbedendo, disprezzando le cose visibili e frenando l’appetito della carne.

Continua a leggere...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...